Lo stato deve difendere il gioco d’azzardo lecito

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, visto che tanti si stanno scatenando contro l’Esecutivo per quello che non fa per il gioco lecito e per i casino online con bonus migliore, “alza gli scudi” e lo difende: innanzitutto “cominciando dall’inizio” quando, lo Stato circa quindici anni fa ha iniziato a combattere contro l’illegalità del gioco d’azzardo, ha creato -anzi ha partorito- il proprio figliolo chiamato “gioco lecito” cercando, già da allora, di sbaragliare quell’organizzazione illecita che tanta malavita e tanto malaffare stava portando sul territorio. Da allora passi ne sono stati fatti, il gioco lecito a piccoli passi è entrato nel “giornaliero di tanti” ed è stato anche accompagnato da compagne che lo hanno fatto sentire sempre più presente nella “famiglia italiana”: lotto, lotterie, gratta&vinci, video giochi… sino ad arrivare alle slot machine ed ai giochi online.

Poi, come per incanto, qualche anno fa il gioco lecito insieme quindi ai casino online aams italiani, è divenuto improvvisamente “forse vecchio”, forse troppo, forse inflazionato e lo Stato ha “allentato la presa” lo ha lasciato andare da solo. Ci si trova ai giorni nostri dove il gioco d’azzardo è solo argomento per discussioni, tavoli di lavoro, scontri politici. Lo Stato rimane fermo: da un lato -e sempre da quello- prende gli introiti che ne derivano e dall’altro lo lascia a “combattere” non più protetto dalle ali del proprio padre, ma da solo e senza un indirizzo comune ed il gioco è veramente disorientato e non riesce a riorganizzarsi, a ristrutturarsi a bisogno ancora di alzare lo sguardo e di trovare “qualcuno” che gli dica… cosa deve fare per sopravvivere.